Le prime sedute sono dedicate alla conoscenza dei problemi della persona e alla costruzione della relazione terapeutica. In questa prima fase, detta di anamnesi (assessment comportamentale e cognitivo) utilizzo, oltre al colloquio clinico, test psicodiagnostici per valutare lo stato emotivo, per definire i problemi attuali e le aspettative della persona rispetto alla psicoterapia intrapresa.

Quando, dopo questa fase, il caso e la diagnosi clinica mi saranno abbastanza chiari, proporrò al cliente un “piano d’azione” per ridurre rapidamente la sintomatologia e di conseguenza produrre un miglioramento della qualità della vita.

In altre parole gli riassumerò le mie valutazioni circa i suoi sintomi e le sue difficoltà, prospetterò le mie ipotesi, formulando il cosiddetto “ contratto terapeutico”, ossia un progetto con strategie e obiettivi concreti, utili e raggiungibili, connessi con i problemi esplicitati dalla persona e coerenti con le sue aspettative.
 
Ogni seduta ha una durata di 50 minuti con cadenza settimanale, in un orario concordato con il cliente.